Prima di tutto, bisogna considerare che una sentenza di divorzio pronunciata all’estero non è considerata automaticamente valida in Italia. Al fine di essere efficace anche in Italia, deve essere riconosciuta dall'ordinamento italiano.

Detta procedura prevede l'inoltro, al competente Comune italiano, della seguente documentazione:

 

SE LA SENTENZA DI DIVORZIO E' POSTERIORE AL 10.03.2001


1 - certificato di cui all'art.39 del Regolamento del Consiglio Europeo n. 2201/2003 del  27.11.2003 rilasciato dall'Autorità belga che ha emesso il provvedimento.
2 - copia della trascrizione del divorzio nei registri di stato civile del Comune belga dove è stato celebrato il matrimonio.(*)
3 - copia del documento di riconoscimento dell'interessato.
4 - istanza da compilare e firmare in Consolato.



SE LA SENTENZA DI DIVORZIO E' ANTERIORE AL 10.03.2001


1 - copia della trascrizione della sentenza rilasciata dal Comune che ha celebrato il matrimonio (*) + traduzione in italiano.
2 - copia conforme della sentenza di divorzio rilasciata dal Tribunale belga tradotta (**)
3 - copia del documento di riconoscimento dell'interessato.
4 - istanza da compilare e firmare in Consolato.


(*) presso il Comune di Bruxelles se il matrimonio non era stato celebrato in Belgio.
(**) questo documento deve essere in copia certificata conforme con bollo autentico del Tribunale.

Se i documenti sono validi secondo la legislazione del luogo di emissione, l’Ufficio consolare provvede all’invio dei documenti al Comune italiano per la trascrizione della sentenza.